L’Archivio Pittor Giani ha voluto celebrare l’anniversario dei duecento anni dalla morte del maestro neoclassico Felice Giani (nato a San Sebastiano Curone nel 1758 e morto a Roma nel 1823) organizzando una serie di eventi che sono seguiti a “Felice Giani 200 Anteprima” ( mostra e conferenza promozionali inaugurate con successo presso la sede dell’Archivio a San Sebastiano in occasione della prima giornata della 39’ Fiera Nazionale del Tartufo domenica 20 novembre 2022) ed al prestigioso concerto tenutosi il 10 gennaio scorso al Teatro Civico di Tortona in collaborazione con “Perosi Festival” nel giorno dell’anniversario della scomparsa del pittore. Domenica 2 luglio 2023 alle ore 16 a San Sebastiano sono state inaugurate tre mostre che hanno trasformato il borgo in un museo diffuso dedicato a Giani ed hanno  anticipato altri eventi a Tortona e nel tortonese di fondamentale importanza per la conoscenza del pittore che vanta opere conservate nei musei e nei palazzi più prestigiosi d’Italia e del mondo e  per la scoperta del territorio tortonese e della Val Curone in particolare dove nacque e al quale egli rimase sempre molto legato.

Sala di Diana, Palazzo Gessi, Faenza, ph. Marco Cavina

La volontà dell’Archivio, (che grazie alla rilevanza del progetto “Felice Giani 200” ha ricevuto i contributi  del Comune di San Sebastiano Curone, delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino, di Tortona, di Alessandria e della Banca d’Alba ed il supporto dei Comuni di San Sebastiano Curone, Tortona, Volpedo, Monleale e Cantalupo Ligure e di numerosi enti ed associazioni pubbliche e private) è stata  quella di utilizzare questo importante anniversario per far conoscere a tutti l’importanza che Giani ricopre nella storia dell’arte ed il fascino delle sue opere dopo la riscoperta da parte di critici come  Anna Ottani Cavina, Roberto Longhi, Vittorio Sgarbi e Marcella Vitali offrendo alla proposta turistica del territorio alessandrino un’imperdibile opportunità di crescita. Per raggiungere tale obiettivo è stato individuato un Comitato di Studi composto da storici dell’arte di chiara fama anche internazionale e profondi conoscitori della figura di Felice Giani ( Vincenzo Basiglio, Aurora Scotti, Vittorio Sgarbi e Marcella Vitali) che ha selezionato opere e documenti ed individuato le linee guida del progetto che ha caratterizzato l’intero 2023. E’ importante sottolineare che la rassegna “Felice Giani 200”  è stata sostenuta dai comuni di Faenza, Forlì, Brisighella e Marradi a simboleggiare l’amore, ricambiato, di Giani per quelle che considerava le sue terre d’elezione avendovi trascorso gran parte della vita ed avendole arricchite di tesori inestimabili come lo splendido Palazzo Milzetti oggi visitabile come sede del Museo Nazionale dell’Età Neoclassica in Romagna.

Madonna con bambino tra S.Bernardo e S.Giovannino, Mudi Tortona
Album da Faenza a Marradi, Fondo Piancastelli, Forlì
Boudoir della Contessa, Palazzo Milzetti, Faenza

Il 2023 per l’Archivio Pittor Giani, che ha ideato, progettato, finanziato e coordinato l’organizzazione degli eventi celebrativi, è stato un anno fondamentale per la valorizzazione della figura di Felice Giani, personaggio straordinario da annoverare tra i principali protagonisti della storia dell’arte italiana e tra i più importanti rappresentanti del territorio alessandrino.

Il maestro seppe interpretare i gusti e le passioni della classe in ascesa legata alla politica francese e decorò, insieme alla sua bottega, palazzi confortevoli e funzionali dove vivere all’antica privilegiando eleganza e cultura piuttosto che rango e ricchezza. Lavorò per Napoleone e Caterina di Russia, abbellì il Quirinale, l’Hermitage ed alcuni dei più prestigiosi palazzi della sua epoca, fondò a Roma l’Accademia dei Pensieri e viene oggi celebrato per uno stile unico,  appassionato nell’affrontare temi classici con pulsioni già romantiche, che ha dato vita a capolavori oggi conservati in molti musei e collezioni pubbliche e private italiane ed anche al Met, al Louvre, al Prado, alla National Gallery ed in altre istituzioni di fama mondiale.

Il Sonno, Palazzo Gessi, Faenza
Apparizione di fantasma, Giani, collezione Piero Leddi
Giani, La Fede in Gloria, Pinacoteca Comunale di Faenza

Molte sono state le iniziative realizzate nel 2023 per celebrare con “Felice Giani 200” l’anniversario dei 200 anni dalla scomparsa del pittore che con il suo stile contrassegnò un’epoca. Dal 2 luglio al 1 ottobre a San Sebastiano Curone l’Archivio Pittor Giani, l’Archivio Piero Leddi e l’Oratorio della SS. Trinità hanno esposto opere e documenti provenienti da preziose collezioni private frutto di anni di qualificate ricerche: il fondo documentale del dottor Riccardo Giani (primo a riscoprire la figura di Felice Giani insieme ai principali storici dell’arte della metà del secolo scorso),le collezioni private del territorio “Felice Giani e dintorni”, la collezione Piero Leddi ( straordinario pittore conterraneo e primo presidente dell’Apg che proseguì l’opera del dott. Riccardo Giani), ed il prestigioso “Album da Faenza a Marradi” proveniente dal Fondo Piancastelli della Biblioteca Comunale Aurelio Saffi di Forlì che fornisce un esempio dell’eclettismo del maestro neoclassico, costituisce una pietra miliare della storia dell’arte come sostenuto da Roberto Longhi, ed è stato esposto a San Sebastiano nella sua interezza. Dal 16 settembre al 17 dicembre 2023 a Tortona il Museo Diocesano (che nel suo fondo stabile possiede una delle opere giovanili più affascinanti del pittore “Madonna in trono con Bambino, San Bernardo e San Giovannino”) è stato teatro della mostra “Felice Giani pittore giacobino e l’esperienza del sacro” e Palazzo Guidobono, grazie ad un accordo con l’amministrazione comunale, ha ospitato la mostra “Felice Giani il nuovo classicismo eterogeneo e preromantico”. Le due esposizioni hanno permesso di ammirare affascinanti opere dipinte dal pittore arrivate da prestigiose collezioni pubbliche e private ed hanno rappresentato un evento di grande richiamo per l’intero panorama espositivo italiano come riportato dalla stampa e dai media locali e nazionali e da riviste e periodici specializzati come il Giornale dell’Arte.

Guerra tra Sabini e Romani, Fondo Piancastelli, Biblioteca Aurelio Saffi di Forlì

Nell’ambito del progetto di collaborazione tra gli istituti culturali del polo espositivo diffuso sul territorio UVA (Musei di Pellizza, Archivio Pittor Giani, Archivio Piero Leddi Archivio Clemen Parrocchetti e Museo Diocesano di Tortona, l’acronimo formato dalle iniziali Una Valle di Artisti gioca anche sul fatto che il sentiero “green” che li collega attraversa alcune delle vigne di Monleale recentemente nominate Tesori Unesco) sono stati  realizzati due importanti convegni: il primo a Volpedo facente parte della “Biennale Pellizza” e avente come tema un suggestivo confronto tra i due grandi artisti protagonisti assoluti a loro modo dell’arte dell’ottocento; il secondo nello splendido castello di Borgo Adorno (l’antico proprietario marchese Luigi Botta Adorno fu il primo protettore di Felice Giani) sulla nascita del polo museale diffuso UVA, sull’importanza storica del Castello Botta Adorno e delle Vie del Sale e sull’opportunità di un loro utilizzo attuale come affascinante rete di sentieri in grado, tra le molte prerogative, di offrire una suggestiva via di comunicazione lenta e sostenibile tra Archivi e Musei in grado di facilitare la conoscenza delle tante eccellenze locali.

Oltre a valorizzare la figura del maestro sansebastianese la rassegna “Felice Giani 200” ha infatti lasciato in eredità un importante progetto destinato a caratterizzare nel futuro il territorio tortonese ed accrescerne l’appeal: gli istituti che hanno collaborato alla realizzazione delle varie manifestazioni dedicate a Giani nelle terre alessandrine (con l’aggiunta dell’eccellenza museale sul territorio: La Pinacoteca Il Divisionismo e Casa Barabino) hanno dato vita al nuovo polo museale diffuso UVA (Una Valle di Artisti). Archivi e Musei coinvolti nell’iniziativa hanno colto l’occasione delle celebrazioni di Giani per creare una nuova rete stabile finalizzata a valorizzare una prerogativa unica del territorio tortonese e della val Curone in particolare: aver dato i natali ad una nutrita schiera di artisti di grande prestigio (Barabino, Giani, Leddi, Pellizza per fare qualche nome). Il nuovo Polo Museale UVA si distingue sia per la qualità dell’offerta culturale proposta, sia per il fatto di essere collegato da suggestivi sentieri, recentemente recuperati grazie all’Associazione Insieme per il Territorio, risalenti alle antiche Vie del Sale che permettono di apprezzare al meglio le bellezze del territorio e le sue tante eccellenze a cominciare da quelle enogastronomiche (dal vino Timorasso al salame nobile del Giarolo, dal formaggio Montebore alle pesche di Volpedo senza dimenticare il re delle nostre valli: il tartufo bianco e nero).
Ecco un riassunto della rassegna “Felice Giani 200”

MOSTRE DI SAN SEBASTIANO CURONE – dal 2 luglio al 1 ottobre.

Archivio Pittor Giani, “ Felice Giani e dintorni, opere da collezione private“ a cura di Vittorio Sgarbi, Vincenzo Basiglio

 Archivio Piero Leddi, “Disegni di Felice Giani raccolti da Piero Leddi ” a cura di Aurora Scotti, Marcella Vitali
 
Oratorio SS. Trinità, “ Il viaggio da Faenza a Marradi“ a cura di Marcella Vitali, Vincenzo Basiglio
 
Per tutte le informazioni: info@archiviopittorgiani.com, tel: +39 3401621093

MOSTRE DI TORTONA – dal 16 settembre al 17 dicembre 2023
sabato/domenica ore 15,30-19

Palazzo Guidobono, “Felice Giani Il nuovo classicismo eterogeneo e preromantico” a cura di Vincenzo Basiglio e Marcella Vitali

Museo Diocesano “Felice Giani pittore giacobino e l’esperienza del sacro” a cura di Vincenzo Basiglio e Marcella Vitali

Per tutte le informazioni www.archiviopittorgiani.com
info@archiviopittorgiani.com / tel +39 3401621093 

CONVEGNI

Associazione Pellizza, Volpedo, 9 settembre 2023
“Pellizza e Giani, due maestri dell’Ottocento a confronto”

Archivio Clemen Parrocchetti, Castello di Borgo Adorno, Cantalupo Ligure, 22 ottobre 2023
“UVA, Una Valle di Artisti Arte e cultura sulle Vie del Sale, verdi prospettive”

Per tutte le informazioni www.archiviopittorgiani.com
info@archiviopittorgiani.com / tel +39 3401621093