CONVEGNO VOLPEDO

Presentazione del progetto UVA, Una Valle di Artisti e seminario di studio sul confronto tra Giuseppe Pellizza e Felice Giani a Volpedo

Sabato 9 settembre alle ore 16 presso il Museo Didattico Quarto Stato di Volpedo si è svolto un interessante convegno dal titolo “Giuseppe Pellizza e Felice Giani due maestri dell’Ottocento a confronto”che ha permesso di approfondire la conoscenza dei due giganti della pittura italiana nativi della Val Curone grazie agli interventi di Aurora Scotti, Pier Luigi Rognoni, Massimiliano Floridi, Marcella Vitali, Lilli Ghio ed Alberto Corvi moderati da Vincenzo Basiglio. Il  seminario di studio è stato organizzato dall’Associazione Pellizza da Volpedo nell’ambito della 12’edizione della “Biennale d’arte, cultura e spettacolo” in collaborazione con “Felice Giani 200” ed stata l’occasione per celebrare la collaborazione tra due istituzioni amiche ed affini e presentare il progetto UVA, Una Valle di  Artisti che prevede la costituzione di un Polo Museale Diffuso tra gli Archivi ed i Musei del territorio tortonese e della val Curone in particolare. Pierluigi Pernigotti e Mariastella Daffunchio hanno illustrato le motivazioni e le prospettive della realizzazione di una rete tra Museo Diocesano di Tortona, Musei di Pellizza a Volpedo, Archivio Pittor Giani ed Archivio Piero Leddi a San Sebastiano ed Archivio Clemen Parrocchetti a Borgo Adorno evidenziando la peculiarità unica del nostro territorio di aver dato i natali ad una nutrita schiera di pittori che hanno segnato profondamente la storia dell’arte ed hanno sottolineato il grande rilievo dell’offerta artistica e culturale della nuova rete di musei.  La qualità delle opere esposte ed il fatto di essere collegati tra di loro a breve distanza anche attraverso le antiche vie del sale rende infatti  i piccoli musei facenti parte di UVA un’attrattiva unica in grado di mostrare al visitatore capolavori splendidi nei luoghi dove sono stati ideati, realizzati o  recuperati e luoghi incantevoli come le vigne Tesori Unesco di Monleale, o gli antichi borghi e castelli immersi nella natura attraverso quel turismo lento e sostenibile che costituisce il modo migliore per conoscere le eccellenze del nostro territorio a cominciare da quelle enogastronomiche. Il convegno, realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, di Torino e di Alessandria, con il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Alessandria ed il supporto del comune di Volpedo e molti enti ed associazioni pubbliche e private, è stato seguito da altre interessanti iniziative di “Pellizza 2023” e ha costituito la premessa ideale alle prestigiose mostre dedicate a Felice Giani per i 200 anni dalla scomparsa che sono state inaugurate a Tortona sabato 16 settembre nelle due sedi di Palazzo Guidobono e del Museo Diocesano e sono proseguite fino al 17 dicembre. Si è completato così il progetto espositivo “Felice Giani 200” iniziato con le tre mostre di San Sebastiano curate da Vincenzo Basiglio, Aurora Scotti, Vittorio Sgarbi e Marcella Vitali che sono state inaugurate il 2 luglio, hanno trasformato con successo il borgo in museo diffuso fino al 1’ottobre e, con alcune modifiche, sono continuate fino al  26 novembre nelle sedi dell’Archivio Pittor Giani e dell’Archivio Piero Leddi.

Qui di seguito il programma del convegno:

Vincenzo Basiglio – Coordinatore della giornata di studi

Saluti del Presidente APG Eugenia Galdi

Aurora Scotti  “ Territori culturali – l’esempio della Val Curone

Pier Luigi Rognoni  “ La Pinacoteca della Fondazione della Cassa di Risparmio di Tortona una eccellenza del collezionismo per una fruizione pubblica

Pierluigi Pernigotti, Mariastella Daffunchio “Il Progetto UVA

Massimiliano Floridi  “Il ruolo dei Doria e della Repubblica di Genova durante il periodo napoleonico

Marcella Vitali   Le ragioni di una mostra itinerante

Lilli Ghio   Giani e Genova, l’ambiente culturale e   nuove possibilità di ricerca

Alberto Corvi Per uno studio sulle filigrane nelle carte di Felice Giani